selfie

i miei occhi

possono vedere ancora

com’era

quel quartiere

quell’aria di rivolta nelle strade

e nelle fabbriche,

ti getti nel prato

e nei cortei senza senso

porti in mano striscioni globali

e pensati da altri

ti affacci al presente

e non conosci il passato,

ho leccato il catrame

e le barricate

respirato lacrimogeni

e leccato le ferite

tu coglione

al massimo ti sai fare solo un selfie.

Una risposta a "selfie"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...