sottotetti di Madrid

oggi sole

caldo

per staccare

uscire

dimenticare un po’,

mesi e giorni difficili

che stancano

debilitano

rattristano

cancellano le speranze,

troppi ancora

i contagi

anche qui dove tu vivi

per essere libera

e non prigioniera.

io guardo

si sveglia presto

la preghiera

di chi prega e spera

e lascia tutto intatto

nel bene e nel male,

chi ha sempre

una spiegazione

o una consolazione

tra le mani e nella mente

la più facile nel bene e nel male.

ad una stazione

trovarsi a un passo

dal cambiare idea

sentirsi un altro

ad una stazione

a stazioni tutte uguali,

seguire il correre del tempo

dal finestrino appannato

sporco

che modifica i colori

le emozioni,

all’arrivo tutto cambia

tutto uguale.