e i canti

e i canti

riecheggiavano

dai campi di riso

la fila di rotative

e il vapore delle presse

rompevano le parole,

le riunioni sindacali

e i cortei

invadevano il centro

i treni bui dei pendolari

fiumi umani

si spostavano al mattino,

oggi è festa

tutto è cambiato.

Una risposta a "e i canti"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...